aurora bleu

Aurora Blue Milano

14.00

Remo adotta un metodo di insegnamento originale: grazie all’ausilio di tre piccoli mappamondi e alle votazioni d’aula affida agli studenti il compito di scegliere gli argomenti da affrontare. Quando però interroga l’esigente prof di Italiano e Storia non fa sconti ai suoi ragazzi dai quali pretende sempre il massimo. È un atteggiamento che gli costerà molto caro in un ambiente in cui a prevalere è il conformismo.
Durante la gita di fine anno a Zagabria, tra lui ed Elisa, la collega di Fisica, scocca la scintilla ma la storia non procede come sperato. Decide così di confidarsi con Adam, il proprietario di un pub che adora Nietzsche a tal punto che su una parete del suo locale è riportato l’ultimo aforisma del libro Aurora – Pensieri sui pregiudizi morali.
Adam conosce Alice, una studentessa universitaria con cui farà un lungo viaggio tra Germania, Francia e Svizzera, fino al Sacro Monte di Orta, sulle tracce del filosofo dello Zarathustra.
Aurora Blue Milano è la storia di un’amicizia consacrata sull’altare dell’amore per la conoscenza e la fiducia nel futuro. Il romanzo, impreziosito da una colonna sonora in cui trovano spazio i Pink Floyd, i Metallica e Fabrizio De Andrè, è anche un appassionato omaggio a Milano e alla Puglia, luoghi molto cari all’autore.
EAN: 9788899865474

Categoria: Collana: Product ID: 2283

Sergio Pargoletti, giornalista professionista, ha lavorato al Corriere del Giorno e a Taranto Sera. Ha anche scritto per Voce del Popolo, Rivistaeuropae.eu e Quotidiano di Puglia. Accreditato presso le istituzioni europee, nel 2013 ha curato il blog Bruxelles, cronache dall’Eurocapitale per il magazine Anordestdiche.com.
È stato inoltre docente di Sociologia e Storia delle dottrine politiche in un Centro di preparazione universitaria. Vive a Milano, insegna Diritto ed Economia negli istituti superiori di Stato e svolge attività di consulenza nel campo della comunicazione.
È al suo quinto libro: ha già dato alle stampe Terra Ionica, Berlino tutta la vita, Il Militante e la Borgata, Facebook e il Principe.