favole20

Favole 2.0

14.00

Lupi gentili e vegani, Streghe per sbaglio e diverse che nulla hanno a che fare con le immagini tradizionali che le vogliono solo perfide e spaventevoli, Preposizioni Semplici dispettose, Parole che scompaiono dal mondo, dai bugiardini dei medicinali e dai libri per essere raccolte infine da amorevoli fiori, Asteroidi Centauri che insegnano la capacità di accettare il dolore e trasformarlo in empatia, Infanzie sfruttate e negate che trovano finalmente la possibilità di un riscatto, la Libertà di cambiare ciò che sembra definitivamente segnato nella propria vita capovolgendo il destino.

Questi alcuni degli argomenti che troverete nel libro. Ma non ci sono principesse? No! C’è molto MOLTO di più. L’autrice con un linguaggio innovativo e contemporaneo, divertente e ironico – a volte quasi irriverente –, ma incisivo, racconta tante storie a metà fra favole e metafore perseguendo quello che considera il dovere di ogni adulto: aiutare i bambini e i ragazzi a ragionare con la propria testa sgrammaticando pregiudizi e schemi convenzionali, facendo leva anche e soprattutto sulle emozioni. Tutti i racconti si sdoppiano anche attraverso un altro linguaggio: quello grafico e cromatico delle illustrazioni che visualizzano con colori e forme i personaggi spesso onirici e surreali come avverbi e preposizioni e i temi trattati dalle storie.
Due modalità di comunicazione vivaci e coinvolgenti destinate ad affascinare un pubblico trasversale dagli otto anni ai cento e oltre.

Categoria: Collana: Product ID: 2314

Florisa Sciannamea nasce a Bari il 20 settembre 1954. Studia presso il Liceo Artistico Pino Pascali ed in seguito si laurea in Scenografia all’Accademia di Belle Arti di Bari. Dal 1974 al 1978 è assistente di ruolo alla cattedra di Figura Disegnata con il maestro Luigi Guerricchio, in seguito vince il concorso per la docenza di Storia dell’Arte, Costume e Disegno Geometrico presso gli istituti superiori ed insegna ininterrottamente fino al 1997, anno in cui decide di ritirarsi dalla scuola pubblica e dedicarsi finalmente ad una delle sue tante passioni: la Moda.

Per oltre venti anni da quel momento svolge non solo l’attività di fashion designer e direttore creativo per diversi brand locali e nazionali, ma accetta sia l’incarico di docente a progetto per l’insegnamento di Collezioni alla Facoltà di Scienze e Tecnologie della Moda Università di Bari, che di responsabile didattico ed esperta del settore abbigliamento presso l’istituto privato di Design e Moda Victoria Academy, occupandosi inoltre di organizzazioni sfilate nazionali ed internazionali (Milano-Roma-Shanghay e altro). Creativa a tutto tondo è scrittrice, pittrice, illustratrice, costumista e ha coltivato sin da piccola la passione per la scrittura che accompagna con proprie illustrazioni.
Al suo attivo la pubblicazione di diversi libri: “Donne nell’acqua loro“ classificata al secondo posto nel concorso nazionale di Letteratura PremioFortunaDautore, 2014- Edizioni dal Sud; “Favole Capovolte” primo classificato nel concorso di Letteratura per i Ragazzi PremioFortuna, 2015 –Adda Editore Bari; “Fashion Intelligence“ scritto a più mani e il cui argomento da lei trattato è stato “La camicia bianca secondo Ferré” nel capitolo dedicato all’intelligenza creativa, 2016 – Edizioni dal Sud Bari; “Con gli occhi dei bambini (manuale per apprendisti genitori)” scritto in collaborazione con Cinzia Ponticelli pedagogista, 2016-Edizioni dal Sud; “Dieci ragazze per me” una raccolta di dieci racconti, 5 gennaio 2018 – Edizioni dal Sud; “La Spunteggiatura bestiario dei segni “ Editrice Fasi di Luna, 2018. Tutti i testi, ad esclusione di Fashion Intelligence, sono stati illustrati sempre dall’autrice.

Pluripremiata per i suoi lavori grafici, letterari e di moda, rivolge in modo particolare la attenzione verso il mondo dei bambini e dei ragazzi, cui accede spessissimo entrando nelle scuole per parlare dei propri libri, per fare formazione e capovolgere schemi e stereotipi, introducendo nuove forme di comunicazione e modalità didattiche.
Si occupa inoltre in veste di progettista e direttore artistico di organizzare e realizzare progetti legati alla solidarietà e/o alla diffusione dell’Arte e della Cultura. Fra le tantissime iniziative da lei promosse, rilevanza hanno avuto l’ideazione e la realizzazione di due calendari artistici il cui ricavato della vendita è stato destinato rispettivamente: nel 2017 alle popolazioni terremotate del centro Italia colpite dal sisma nell’estate 2016 con il calendario RI-Creare e l’altro, La Seconda Primavera delle Rondini, nel 2018, alla ricostruzione di una scuola per i bambini nel più grande campo profughi ad Atma in Siria al confine con la Turchia. Fra gli ultimissimi eventi che l’hanno vista protagonista emergono: il ruolo di formatrice a fine dicembre 2018 all’interno del progetto “Vissi d’Arte” con riferimento al periodo artistico dell’ Impressionismo, nella casa Circondariale di Bari per 12 detenuti in regime 41 bis; una sfilata realizzata presso l’Aereonautica Militare di Bari a favore degli adolescenti oncologici dell’Ospedale Giovanni XXIII a febbraio 2019; relatrice a giugno 2019 in qualità di esperta di Moda e di Storia del Costume presso il Palazzo Settanni a Rutigliano degli importanti 70 anni (1850- 1930) che hanno cambiato il ruolo della donna nella società.